Seleziona una pagina

La scheda di oggi, è rivolta a un personaggio di tutto rilievo e che di Rock a questo pianeta ha dato veramente tanto. Parliamo di Roberto Agustín Miguel Santiago Samuel Trujillo Veracruz, e già il nome la sà lunga, diventato noto alle masse dopo l’ingresso nella più famosa metal band di tutti i tempi, appunto i Metallica. Il 23 ottobre 1946 nasceva infatti a Venice questo incredibile personaggio che ha avuto la fortuna e la caparbietà di suonare con i più grandi musicisti del globo. La carriera di Robert non è comunque mai stata di rose e fiori, anzi è stata dettata da una sviscerata passione per il basso che lo ha portato a suonare in alcune delle realtà più belle che il metal abbia mai conosciuto. Il lato che lo contraddistingue come bass-player è la sua natura grottesca che lo porta a muoversi sul palco come un enorme gigante del Rock, ponendosi on stage in maniera monolitica ed effettuando larghi passi tenendo il baricentro basso, uno spettacolo incredibile, a tratti possiamo anche dire che ricordi il fantastico Scott Ian chitarrista degli Antrax. Il debutto al grande pubblico avviene tramite un gruppo che va oltre la leggenda, parliamo dei Suicidal Tendencies. Questa band di puro Punk Metal Californiana nasce nel 1982 e sin da subito si trova sommersa da una valanga di critiche e oppositori proprio per la loro natura anti-istitutionaled. Trujillo allora chiamato Stymee entra a far parte della band circa 6 anni dopo, ma dovranno passare un paio di anni prima della svolta stilistica ed il riconoscimento de parte del grande pubblico, con la pubblicazione dell’album  Lights Camera Revolution e l’introduzione di un nuovo genere di musica il Funk Metal, dove appunto di basso se ne sente a chili. Il brano di punta che poi a portato tantissimi artisti ad esprimersi con una tale potenza e violenza tipo Henry Rollins o Philip Anselmo è la stupenda “ You can’t Bring me Down” e per quanto oggi Robert suoni sul palco i capolavori di Hetfield, può vantare di aver pubblicato un brano di pari potenza a Battery dei Metallica, e permettetemi di affermare da vero Rockazzo, non da tutti. La tempra di Trujillo all’interno dei Sucidal era comunque così forte che porto il cantante Mike Muir a formare un progetto parallelo di pura matrice funky chiamato  Infectious Grooves che si infilava sulla corrente dei primi Red Hot chili Peppers e i Primus. Ma è prorpio con questo side progect che Santiago (R.T.) entra nelle rete di contatti del padre assoluto del metal, sua sommità Ozzy Osbourne, con il quale poi ha collaborato dal 2001 al 2003 e alla fine di tale collaborazione è entrato a far parte dei Metallica.Si badi a parere dei Rockazzi mai nessun bassista sarà mai in grado di sostituire Cliff Burton, non per tecnica mood o capacità di presentarsi on stage, ma fra i bassisti che hanno avuto i four horseman, e si contano sulle dita di una mano, Robert è sicuramente il più Rock

Robert Trujillo

Pin It on Pinterest

Share This